Il legno


" Combustibile naturale per eccellenza "

Con quale legna vi riscaldate?

Accogliente ed ecologico, il più vecchio dei combustibili ad uso domestico resta un’energia alla quale gli italiani sono affezionati nonostante i limiti di approvvigionamento.
Combustibile naturale per eccellenza, il legno è composto essenzialmente da materie organiche e da una scarsa percentuale di elementi minerali . La quantità di CO2 emanata al momento della sua combustione è paragonabile a quella prodotta naturalmente al momento della sua decomposizione, ciò che ne fa un’energia adatta alla tutela dell’ecosistema. Il suo costo di utilizzo è molto avvincente, in particolare per le famiglie residenti nelle regioni produttrici o che ne dispongono a titolo personale. Bisogna contare circa 10 stire di legno per produrre tanto calore quanto 1000 L di gasolio. Una stire corrisponde a un 1 metro cubo e costa tra i 30 e gli 80 € cad., in base alle regioni, al clima alla tipologia dil legno e all’umidità. Può essere utilizzato sotto differenti forme: ceppi, truciolato o ancora in pellets. La durata di ricostituzione del legno è relativamente rapida (da 15 a 20 anni). Il taglio è oggetto di una regolazione rigorosa per uno sfruttamento razionale delle foreste.

I vantaggi del legno:

  • Un’energia poco inquinante
  • Rinnovabile quindi adatto allo sviluppo duraturo
  • Sensazione di giovialità e di comfort autentico

Ciò che bisogna comunque tenere in considerazione:

  • Il legno implica una gestione di approvvigionamento e uno spazio di stoccaggio protetto dall’umidità
  • Il suo utilizzo è più sviluppato in zone rurali rispetto alle zone urbane